Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

La differenza c’è e si vede

Scopri le differenze. Il primo video dei Beastie Boys  è tratto del canale di Youtube. Trattasi di Don't play no game that i can't win

 

Il secondo video sono sempre i Beastie Boys con Don't play no game that i can't win

 

Il primo è il canale dei gruppo rap su Youtube. Il secondo è il canale sempre di Beastie Boys ma su Vevo. Entrambi sono gratis. Ma il secondo è in Hd. Appartiene a un portale invisibile in Italia a cui si accede tramite Youtube. Se digitate vevo.com non andate da nessuno parte. Dovete per forza entrare in YouTube. Dietro ci sono Sony Music Entertainment, Universal e Abu Dhanbi Media Company (partecipa anche Emi).  Quindi produttori musicali e major dell'industria del disco e Abu Dhabi Media che è una specie di Mediaset ma più grande. O una News corp ma limitata a un solo paese. Il che può apparire un ossimoro.  Ma il punto è un'altro: Vevo e Youtube sono società diverse, ciascuna ha la propria agenzia per la raccolta pubblicitaria ma dal punto di vista dell'utente italiane sono servizi marchiati in modo diverso accessbili dallo stesso ambiente. Sono esperimenti di convivenza che probabilmente vedremo sempre più spesso. L'animale grosso che si porta dietro quello più piccolo. Il sito di condivisione video più grande del mondo che si porta dietro l'esperimento di un gruppo di produttori di contenuti. Un po' come i pesci pulitori che vivono addosso ai grandi cetacei. Peraltro le acque in cui navigano queste creature sembrano particolarmente limpide e ricche di nutrimento.  Secondo l'ultimo rapporto di Nielsen sulla musica digital per il 57% dei consumatori intervistati, la modalità di fruizione di musica digitale più popolare negli ultimi 3 mesi è stata la visione di video sul computer. Altre forme popolari di consumo sono state lo streaming da computer (26%), lo streaming da dispositivo mobile (21%), la visione di video musicali da dispositivo mobile (23%) e il download e l’utilizzo di applicazioni musicali (20%).  I video musicali non sono però la nemesi della musica su internet. Ma l'effetto di due fenomeni: la crescita della dimensione degli schermi e la domanda di banda per lo streaming.  Su internet quindi la musica si deve vedere. E pure bene. Meglio se in Hd.