Indica un intervallo di date:
  • Dal Al
img_8173-2

Facce da “itrii” e giustificazioni per mogli

Lo sanno che è per lavoro. Se sono mogli o fidanzate sanno che i videogiochi sono un pezzo del mondo che devi tenere sotto traccia. Poi se lavori in un giornale economico hai la scusa che questa resta una industria che vale poco meno di cento miliardi di dollari. E quindi come fai a non seguirla? Quando però sanno che ogni anno, a cavallo tra la prima e la seconda settimana di giugno, c’è l’E3, le cose cambiano. Primo perché la più grande fiera del mondo videogame vuol dire una settimana via da casa. Poi perché Los Angeles non  è come andare a Quarto Oggiaro.  Infine perché la fauna dei videogiochi, giornalisti videoludici compresi, sono percepito come una enclave nerd che passano il tempo in mondi virtuali e vivono costantemente altrove.  In omaggio a questi facili luoghi comuni, com-ple-ta-men-te falsi e privi di fondamento, ecco una carrelata di quello che è successo dentro al Los Angeles Convention Center.