Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Nostalgia canaglia

Quando ha letto che Civilization – il videogioco di Sid Meier – sarebbe arrivato su console, mi è venuto un coccolone. Ho visto la mia vita sociale – che già langue – completamente azzerata con io, stravaccato sul divano di casa, concentrato a portare il comunismo nel mondo con le buone e con le cattive (si parla di videogame ;)). Leggere questa notizia ha liberato come una madeleine proustiana un’immagine narcotica del mio passato. Mi ha riportato indietro ai tempi dell’università quando io e civilization ci siamo incontrati.

Non vorrei sembrare epico nei toni ma Civilization è realmente un gioco epico, nel senso che ti mette alla guida di una civiltà. Puoi decidere tutto, dalla tasse, alla forma di governo, alle spese militari, religione, ricerca… Potevi scegliere di diventare una nazione ignorante, senza università ma con una potenza militare della madonna. Oppure scommettere tutto su ricerca e democrazia e diritti civili.  Io giocavo a Trotsky: Rivoluzione permamente, comunismo, divertimenti e diritti civili a go go. Poi al culmime dello splendore mandavo tutto in vacca e davo libero sfogo all’anarchia. Una partita era capace di durare ore. Ricordo nottate  passate a sedare rivolte in Africa, a conquistare copn i carri armati gli Stati Uniti e a creare cittadelle popolate solo da ingegneri (un incubo). Una volta, ho iniziato a giocare dopo il Tg della sera e ho alzato la testa dal pc all’alba. Mi sono sentito un idiota. Per trenta secondi, mi sono sentito un perfetto idiota. Poi toccava a me e ho dichiarato guerra agli Atzechi.

  • Gilberto Taccari |

    @ Davide T. Gli esami possono attendere quando si deve badare al bene della propria nazione (virtuale)! :-p

  • Davide T. |

    Eheh scherzavo anch’io, mi aspettavo gia una risposta del genere 😀
    Comunque mi hai talmente incuriosito che mi sto facendo prestare Civilization 4 x pc da un amico… vediamo se attira così anche me! Anche se nego la possibilità di giocare intere notti, dato che ho qualche esamino di questi tempi…

  • Luca Tremolada |

    Accidenti Davide che cazziatoni che mi fai!!! Sembri mia mamma! Scherzo ti abbraccio

  • Davide T. |

    Accidenti, io non ho mai fatto l’esperienza di giocare tutta la notte a un gioco che a quanto leggo è davvero interessante! Devo ammettere in effetti che non mi piace molto giocare al pc.. e quando capita che provo qualche gioco ho sempre dietro mia madre che mi urla ” ma non ti vergogni alla tua età di giocare ancora ai videogames?”( e non sa neanche che giochi sn tra l’altro, ma comunque!)…
    Comunque Luca, valuta che nel caso in cui dovesse uscire questo Civilization per consolle.. ormai hai 37 anni e non sei più all’università 😉 ( ammetto tuttavia che non sono nessuno per ricordartelo)

  • Luca Tremolada |

    Ma infatti la vera sfida era conquistare con le catapulte una civiltà tecnologica. Un’altro dei miei sogni era partire dall’africa con le lance e colonizzare il mondo senza tecnologia restando volutamente all’età della pietra con qualche punta in campo matematico. Fico eh?

  Post Precedente
Post Successivo