Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Parental controllatevi

Si chiama Family Timer e già suona ironico. Come se la famiglia fosse a tempo. E probabilmente è proprio così. Family Timer non è null’altro se non una applicazione di parental control da applicare alla Xbox. Senza inutili inglesismi i genitori avranno grazie a questo aggeggio informatico la possibilità di stabilire un limite di tempo per i videogame dei propri figli, su base giornaliera o settimanale. Nulla in contrario, intendiamoci. Se il bimbo si rintrona davanti ai giochini è bene mettere mano. Certo, sarebbe preferibile che ci fosse una voce umana a spiegare che giocare troppo fa male piuttosto che un timer. By the way, potete immaginare il nervoso se la console si spegne un attimo prima di aver raggiunto il record. In ogni modo, a parte i casi limite, l’idea di un controllo sul divertimento mi lascia sempre perplesso. Del resto, per la televisione non esistono aggeggi di questo tipo. O no?

  • Davide T. |

    Ma perchè quando eri bambino esisteva il timer? Non me lo ricordo neanche ai miei tempi( anche se non sono mai stato un divoratore di videogame x consolle)!
    Mi dispiace dirti che ancora i tempi per un mio possibile ritorno sono lunghi… spererei prima delle vacanze natalizie, magari con qualche lezione in meno e il tempo d’esami ancora distante, 1-2 giorni si riescono a trovare.. ma non è una promessa la mia 😉

  • Luca Tremolada |

    Si insomma dici che sto facendo un transfert? Comunque i miei quando ero piccino non mi hanno mai messo il timer…Lo so…non vuol dire niente.
    Ma Davide quando ci vieni a trovare?

  • Davide T. |

    Beh è una funzione giusta, e non si dovrebbe usare solo per i bambini.. vero Luca? 😉
    Certo attualmente in fatto di tecnologia ne sanno più i ragazzini di 9-12 anni che i genitori… per cui disattivarlo forse è anche un gioco da ragazzi alla fine!

  Post Precedente
Post Successivo