Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Generazioni salvate?

411235487_33e8418eff_o_2

  • Lorenzo |

    Non è vero!! I videogames non hanno questo effetto nocivo, certo è logico che ragazzi e bambini che passano troppo tempo a giocare possono avere dei disturbi, su questo non ci sono dubbi, ma i danni sono analoghi anche se il soggetto in questione passa il tempo a guardare la televisione.
    Il fatto è che i videogiochi, possono essere visti anche sotto un’altra luce. I videogiochi possono essere( a mio avviso), una forma di arte.
    La maggior parte dei videogiochi di oggi, presenta una trama a tutti gli effetti coinvolgente al massimo: infatti nella maggior parte dei casi è lo stesso giocatore a decidere la sorte del proprio personaggio, e quindi se sarà buono o cattivo, o se affronterà o meno diverse avventure, rendendolo simile a un Building romance(romanzo di formazione). E questa è una cosa che nn si può fare con gli altri tipi di svago( basti pensare ai libri o ai film).
    Molti giochi inoltre,(mi riferisco a quelli online), presentano un mondo dove si possono fare amicizie, e dove nella maggior parte dei casi per risolvere gli enigmi è necessario agire in gruppo.
    Certo, a volte si può presentare l’alinamento dell’individuo dal resto del mondo, infatti come tutte le cose è importante sapersi regolare, e forse è conveniente tenere alla larga dai videogiochi: bambini al di sotto dei 12- 13 anni, persone emotivamente instabili, o con gravi problemi a confrontarsi con il mondo.
    Ricordo infine che questo sono solo mie supposizioni, basate sulla mia esperienza con i videogames.

  Post Precedente
Post Successivo