Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Quando mi sento disorientato…

tipo dopo la lettura della cronaca politica italiana…o quando albeggia ma ci sono le nuvole…tutte le volte che il treno si ferma in campagna e hai fretta di arrivare…insomma quando tutto ma proprio tutto sembra senza speranza, decido di collegarmi a internet al sito dell'Entertainment Software Rating Board. E' il Pegi americano,  l'ente che decide se un videogioco sarà o meno vietato e fissa i limiti di età. Apparentemente leggere un sito di rating può sembrare una mortificazione dell'animo, invece è una delle rarissime attività che mi riconcilia con la vita. Sul sito infatti oltre alle descrizioni della materia di cui tratta il videogame ci sono anche le motivazioni che hanno indotto l'ente a proibire il gioco ai minori di una certa età. E vi assicuro che sono letture straordinarie ed esilaranti, non solo per la sostanza ma anche per la forma.

Un inciso doveroso: vietare un gioco elettronico non è affatto un'operazione semplice: il 60-70% dei videogiochi prevedono l'omicidio, anzi, il massacro di massa. A parte i giochi sportivi, anche SuperMario salta in testa a creaturine colorate. E piombare addosso a un fungo è un atto in un certo qual modo violento. Lungi da me qualsiasi tentazione dal voler giudicare. Non mi appartiene. Chi però di mestiere giudica come l'Esrb scatena la mia curiosità. Grazie a Gamesblog mi è saltato l'occhio alla motivazione che ha indotto i giudici a vietare  Dragon Age: origins ai minori di 18 anni. Riporto integralmente un passaggio della "sentenza": "During the course of the game, players are able to visit a brothel where a hostess asks what they are interested in. If players select "Surprise me," they can sometimes wind up face-to-face with a woman, a man, a transsexual, or an animal; sexual activity is never depicted during these brothel encounters. Players can also initiate brief cutscene sequences in which couples (male and female or same sex couples) can be depicted kissing, embracing, and caressing one another as the screen fades to black. Though the game never features human nudity, one female demon character is briefly depicted with bare breasts".
Non lo so, trovo tutto ciò meravigliosamente grottesco.