Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Playstation torna a nuova “Vita”

Memorial Sports Arena, musica tecno, pannelli gigante e occhiali per il 3D. A poche ore dalla presentazione di Microsoft è il turno di Sony. Quasi due ore di presentazione per delineare i prossimi anni di Playstation, far dimenticare hacker e furti di identità senza però alcun accenno alla mirabolante e attesa Ps4. Protagonista non a sorpresa quindi la console portatile presentata a Tokyo alcuni mesi con il nome in codice Ngp (Next generation portable). Si chiamerà PsVita, uscirà a Natale a 249 euro nella versione solo Wifi (299 con il 3G). Il prezzo è certamente competitivo soprattutto se confrontato con la 3Ds della Nintendo. Tuttavia le due console hanno veramente poco in comune. Doppia camera, touch pad, due stick analogici, 3G e Wifi e una potenza di calcolo da far impallidire un personal computer di un paio di anni fa. In linea con la tradizione di Sony la nuova console da taschino si presenta come un concentrato di tecnologia. Le immagini proiettate sul grande del gioco Uncharted Golden Abyss rivelano una grafica da console domestica su dispositivo portatile. La domanda da un milione di dollari è la vocazione di questi dispositivi sempre più pressati dalla concorrenza di smartphone, tablet e iPad.

Sul fronte domestico ha impressionato la potenza di fuoco espressa dai giochi in uscita. Il filo rosso è stato il 3d, come l'anno scorso. Intorno alla stereoscopia Sony ha organizzato la propria strategia che tiene insieme televisori, film e giochi. La scommessa è che presto le tv in 3D prenderanno il posto dei “vecchi” schermi. Per ora il mercato non ha dato ragione ai manager della multinazionale nipponica ma nell'attesa Sony persevera e si rafforza sul fronte dei contenuti. Oltre 100 giochi – è stato annunciato – saranno disponibili in 3D. E per avvicinare il pubblico alla terza dimensione è stato svelato uno schermo low cost per hard core gamers. Si protrà giocare in due a titoli come Resistance 3. La tv non è grandissima (solo 24 pollici) ma il prezzo è molto interessante (499 dollari).

Sul fronte gaming, tra i titoli più attesi si è visto Uncharted 3 Drake's Deception. La demo mostrata a Los Angeles dai ragazzi di Naughy Dog ha impressionato per immersività e grafica. Il gioco che uscirà a novembre dimostra di voler mantenere inalterata l'impronta filmica dei precedenti capitoli. Buone le impressioni anche per Resistance 3 di Insomniac, uno sparatutto nato con la Ps3. Tra le novità Starhawk una sorta di western fantascientifico e cyber punk; un fumettoso Sly Cooper thieves in time e Dust 514, gioco online, sparatutto e role game dai confini non ben definiti. Tutti promettono bene, nel senso che hanno elementi di originalità ma non usciranno prima del 2012. Come anche Star Trek, titolo capace di emozionare solo per il portato emotivo della storica serie. Interessante anche Nba2K11 di 2K Sports, certamente il miglior gioco del basket sulla piazza che però in questo versione è integrato con la periferica Move. Più fumoso invece Medieval Moves che ha il merito di presentare un uso meno didattico del sistema di comando Move ma non eccelle in fantasia. Si impersona uno scheletro armato di frecce e arco in un castello infestato da altri spiritelli. Ricorda vagamente Zelda nella meccanica di gioco salvo per il fatto che è in 3D. E Mod Nation Racers per PsVita un gioco di corse dove la parte divertente pare essere quella di costruire la pista con il tocco delle dita.

Ha stappato applausi invece la presentazione di Bioshock Infinite, uno dei giochi cult della storia videoludica. C'è sempre da andare in giro con un fucile in mano ma dentro a una storia e una ambientazione che promette di trasportarti altrove, di raccontarti un mondo nascosto e mai scontato. “Le persone che amano le storie, amano i giochi”, ha detto Ken Levine il creatore della serie suscitando un applauso vero e sentito. Così come il pubblico si è animato per la rimasterizzazione in alta definizione e 3D di Shadow of Colossus e Ico, due titoli che sono rimasti nel cuore di molti giocatori e rappresentano pagine di poesia videoludica.