Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Veltroni e i furbetti dell’anti-anti-politica

Congratulazioni a Veltroni. Ma perché questa esultanza scomposta – non sua – contro l’anti-politca. Guardiamo i numeri. Nel 2001 le schede bianche e le astensioni erano 3 milioni. Nel 2006 erano scese a un milioni e gli italiani che hanno votato sono stati 39 milioni. Oggi sappiamo che 3,5 milioni di cittadini hanno partecipato alle primarie del partito democratico. In pratica l’1,9% dei votanti, se prendiamo in considerazioni i 39 milioni delle ultime elezioni.  L’1,9 per cento. Va bene esultare ma che ci azzecca l’anti-politica?

  • luca salvioli |

    in fondo siamo un po’ tutti citazionisti 🙂

  • Luca Tremolada |

    Allora Salvioli sei un amico del citazionista? 🙂

  • Luca Tremolada |

    Gianmi, se fosse intenzionale mi verrebbe da pensare al complotto anti-grillo e pro-conservazione. Con editori, giornali e classe dirigente tutti schierati con la “vecchia” politica. Credo invece che ci sia stato come spesso accade e come ipotizzi tu del semplice pressapochismo. Semplice ma non meno colpevole.

  • luca salvioli |

    la società rispettabile credeva nell’antipolitica per evitare di parlare di QUESTA politica… fila?

  • Luca Tremolada |

    La società rispettabile credeva in Dio per evitare di doverne parlare.
    (da Le parole di Jean Paul Sartre)
    Così ha parlato il citazionista….
    Nel bar gli hanno tirato un caco maturo, centrandolo sopra il ginocchio. Lui se ne è andato farneticando che si sente Cassandra e condividerà con lei il suo destino. Tutti si sono toccati.
    Comunque forse non aveva tutti i torti. O no?

  Post Precedente
Post Successivo