Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Messaggeri senza identità

Chi si nasconde dietro un avatar? O dietro un nick name? Rutto1927 sarà uno che rutta? O è solo un ambizioso mitomane? Dall’avvento delle chat in poi abbiamo capito che è tecnicamente inutile porsi queste domande. Nascondersi davanti a uno schermo del pc è quanto di più semplice ci sia. Potenzialmente è impossibile per chi dialoga con noi verificare chi c’è dall’altra parte. Sappiamo che, per esempio, su Second Life c’è chi ha tre o quattro avatar. Nelle chat o nei messangers assumiamo identità multiple. Clark Kent e Superman, l’Uomo Ragno e Peter Parker. Possiamo essere chi vogliamo. Tutti e nessuno. Possiamo fingere, scomporci fina a rinunciare all’identità per essere messaggio. Solo messaggio. E basta.

  • Luca Tremolada |

    Davide…Ma la smetti di dare ragione a tutti tranne che a Goozo?????? ;)))))

  • Davide T. |

    Molto loquace il Goozo… con un’onomatopea ha chiarito il tutto!
    Comunque è giustissima l’opinione di Rutto1927, cioè alla fine sul web o su Second Life, poco importa chi sei nella vita reale, ti puoi spacciare per chiunque tu voglia dando spazio e scatenando dove vuoi e quando vuoi le mille sfaccettature della nostra personalità, anche senza bisogno di farle confluire tutte in un determinato posto. Mi spiego meglio( se ci riesco): in un forum fai l’estroverso e materialista, in un altro fai il gentile e il nobiluomo, in un terzo mandi sempre solo messaggi inconclusi o con espressioni alla “grande” oppure ” admin numero 1″… su Second Life con un account passi per l’organizzatore di serate, con un altro un addetto alla sicurezza, con un terzo per quello che attacca briga al primo che incontri!! Identità multiple e variopinte insomma, ma con ognuna qualcosa di te vero( nel bene e nel male).
    Scusate l’eccessivo dilungamento, ma vorrei essere stato chiaro( non sempre mi riesce purtroppo, non sono giornalista ancora!)

  • Luca Tremolada |

    Goozo: BBBBBUUUUURRRRRPPPP

  • hora |

    sto aspettando la vera voce di goozo. spiegate troppo

  • Luca Tremolada |

    Fantastico…Rutto1927 esiste!!!!! Oppure no. Andiamo ad analizzare il messaggio.
    Lui o Lei afferma sostanzialmente questo concetto: il fatto di poter disporre di identità multiple può essere un escamotage per raccontare la verità. O meglio, essendo uno, nessuno o centomila, tu che mi leggi non sei condizionato da chi sono ma sei costretto ad essere concentrato su quello che dico. Verissimo, ma purtroppo non possiamo sfuggire a noi stessi, a quello che definisci filo spinato. In nuce possiamo essere quello che vogliamo, alienarci dal contesto o travestirci per saggiare se lo stesso messaggio ha una efficacia diversa in base al messaggero. Ma temo che sia illusorio. Io sono ciò che faccio e ciò che penso. Ambisco a rappresentare con la mia identità un ventaglio di scelte capaci di testimoniare il mio agire. Così faccio politica, così testimonio il mio tempo di uomo sartiamo che vive nella sua realtà e la riflette.
    Più che rassicurante, è eccitante sapere chi sei, dove vai e cosa sogni.

  Post Precedente
Post Successivo